Divulgazione scientifica, concluso il concorso Vitale Giordano che ha coinvolto le scuole pugliesi col supporto del Distretto

«Il Distretto Produttivo dell’Informatica, impegnato a diffondere la cultura del digitale anche tra i ragazzi, ha dato il proprio supporto a questo progetto perché in linea con lo spirito dell’associazione, che aggrega un centinaio tra aziende IT pugliesi, associazioni, consorzi, enti di ricerca e tutte le Università della Puglia. Crediamo che sia giusto stimolare l’interesse degli studenti più giovani per la scienza sin da subito e, successivamente, indicare loro percorsi di studio e di lavoro possibili anche in Puglia, senza dover abbandonare la loro terra. Per questo stiamo implementando le nostre attività a supporto di progetti che coinvolgano le scuole e le aziende, per instaurare una proficua collaborazione e accelerare lo sviluppo del settore IT nel territorio». Lo ha detto il presidente del Distretto Produttivo dell’Informatica pugliese Salvatore Latronico intervenendo alla cerimonia conclusiva del concorso Vitale Giordano, nel teatro Traetta di Bitonto. Organizzato dalla omonima accademia bitontina, il concorso ha avuto il supporto anche del Distretto.
Obiettivo del concorso, promuovere l’interesse per la divulgazione scientifica tra gli studenti degli istituti superiori pugliesi utilizzando tutti i mezzi a disposizione (elaborati, video, progetti grafici, eccetera). Al concorso hanno partecipato 185 studenti per 11 scuole: l'istituto superiore Volta-De Gemmis di Bitonto, il liceo scientifico Cafiero di Barletta, il convitto nazionale Cirillo di Bari, l'istituto Da Vinci di Fasano, il liceo Fermi di Minervino, il liceo scientifico Galilei di Bitonto, l'istituto Majorana di Mola di Bari, il liceo classico Spinelli di Giovinazzo, il liceo classico Sylos di Bitonto, il liceo scientifico e linguistico Tedone di Ruvo di Puglia e l'istituto Jannuzzi di Andria.
Il presidente Latronico e Gianpaolo Chiarella, amministratore dell’azienda associata Teseo, hanno fatto parte della giuria tecnica della sezione ‘mobile application’ del concorso e hanno valutato le quattro app in gara: la migliore è stata quella realizzata dai ragazzi dell'istituto Volta-De Gemmis di Bitonto e chiamata "E-Health".

premiazione concorso vitale giordano

Un'immagine della premiazione - Ruvolive.it
Pin It